Sindrome di Down: “Giù per la salita”

Marta, Francesco, Ilaria, Pierpaolo, Carolina, Nicolò, Federica, Niccolò, Cristina, Spartaco ed Elena parlano della loro esperienza a scuola, al lavoro e con gli amici: il 15 marzo in libreria il volume curato da Martina Fuga e Carlo Scataglini, edito da Erickson

Non serve che qualcuno parli al posto loro, perché le persone con sindrome di Down sanno parlare e anche scrivere.Undici di loro hanno voluto prendere la parola e raccontare la propria storia, nel libro “Giù per la salita”, curato da Martina Fuga e Carlo Scataglini, che il 15 marzo uscirà in libreria, edito da Erickson. Si chiamano Marta, Francesco, Ilaria, Pierpaolo, Carolina, Nicolò, Federica, Niccolò, Cristina, Spartaco ed Elena parlano della loro esperienza a scuola, al lavoro e con gli amici. Marta Sodano, la prima della lista,è stata scelta come “testimonial” della Giornata mondiale della sindrome di Down del 21 marzo e interverrà al quartier generale delle Nazioni Unite di New York, nel corso della Conferenza internazionale “Leave no one behind in education”.

“Le storie hanno una forza straordinaria – si legge nel volume – Una storia può far sognare, spaventare, una storia può accendere la luce in una stanza buia. Le storie hanno il potere di cambiare la realtà e la prospettiva: in questo libro saranno persone con sindrome di Down, raccontando le loro vite, a scardinare pregiudizi. Non c’è bisogno di parlare per loro o di loro, è ora di starle ad ascoltare”.

Gli 11 protagonisti del libro parlano della loro esperienza a scuola, al lavoro e con gli amici. “Raccontano le loro passioni – spiegano gli autori -, le loro storie d’amore e la loro vita indipendente e ci danno un messaggio straordinario di autonomia, consapevolezza e fiducia verso il futuro. Le loro voci testimoniano chiaramente che un ‘dopo di noi’ esiste e che è possibile costruirlo, rispondendo così alla domanda più dolorosa dei genitori di persone con disabilità. Vorremmo far conoscere a tutti chi sono le persone con sindrome di Down – continuano gli autori del libro – e quanto la loro vita possa essere più vicina alla nostra di quello che crediamo. I loro bisogni non sono speciali, sono bisogni umani, e così sono i loro sogni”.

Gli autori. Martina Fuga, storica dell’arte, si occupa di disabilità per amore e di arte per mestiere. È vicepresidente di Pianetadown Onlus e responsabile della comunicazione di CoorDown Onlus. È autrice di “Lo zaino di Emma” (Mondadori, 2014) e “La storia dell’arte raccontata ai bambini” (Salani, 2017). Carlo Scataglini. insegnante specializzato per il sostegno a L’Aquila, è autore di numerosi testi di narrativa per bambini e ragazzi e di didattica facilitata, tra cui le due collane Erickson “Leggere facile”, “I classici facili” e il racconto “La storia di Marilù e i cinque sensi”.

da Redattore sociale del 26 febbraio 2019

 

Share